PIETRASANTA - vicolo dei Lavatoi, 5 - tel: 338 655 9775 / 333 378 4424
HOMEDOVE SIAMOCAMERETARIFFECONTATTI

 


Pietrasanta, situata nel cuore della Versilia tra le Alpi Apuane e il mare Tirreno, conta poco meno di 25.000 abitanti

Centro internazionale per la lavorazione del marmo e del bronzo, ospita scultori che vi soggiornano per creare le loro opere, tant’è che la città è diventata negli anni un vero e proprio centro d'arte, con numerosissime gallerie, esibizioni temporanee stagionali.

Il centro storico è sede di numerosi monumenti, in particolare Piazza Duomo, dove campeggia il Duomo di San Martino (sec.XIII-XIV) in stile romanico-gotico e la chiesa sospesa al culto di Sant’Agostino (sec.XIV ), in stile romanico con annesso campanile barocco, oggi sede di mostre temporanee. Accanto all'edificio si può ammirare il chiostro, sul quale si affaccia il centro culturale "Luigi Russo" caratterizzato dalla presenza di una biblioteca comunale all'avanguardia e di una raccolta di bozzetti di sculture. Sulla piazza è presente anche la Torre Civica o Torre delle Ore, in stile gotico (curiosamente non annessa al palazzo comunale); sempre nella stessa piazza è ubicato il Teatro Comunale. Degna di nota è la Rocchetta Arrighina accanto alla quale si trova l'arco di Porta a Pisa. Sempre sulla piazza si erge la colonna del Marzocco (sec.XVI) vicina alla fontana omonima (sec.XVI ), Palazzo Panichi Carli (sec.XVI) e il monumento a Leopoldo II, volgarmente detto il Canapone. Palazzo Moroni (sec.XVI ) è anche sede del locale nel quale si trovano numerosi oggetti risalenti all'epoca degli etruschi. La città possiede anche una rete di cunicoli sotterranei, oltre a opere difensive strategiche quali le mura di cinta ben visibile dalla piazza, raggiungibili grazie a un sentiero che termina alla Rocca di Sala, dalla quale si può ammirare la piana versiliese da Viareggio a Forte dei Marmi e, nelle giornate più limpide, sono visibili anche alcune isole dell'Arcipelago toscano e la costa ligure.

Interessanti anche le stradine della Pietrasanta antica, come la caratteristica via del Riccetto con pavimentazione in ciottoli di fiume, o via della Fontanella, dove è presente l'Osservatorio Astronomico “Spartaco Palla”.

Interessanti sculture si trovano in Piazza della Stazione (Chiave del Sogno, di Ken Yasuda), Piazza Matteotti (Memoria di Pietrasanta, di Pietro Cascella e il Guerriero di Ferdinando Betero ), Piazza del Centauro (Il Centauro, di Igor Mitoraj). Nella Chiesa della Misericordia, Ferdinando Botero ha realizzato due affreschi con la Porta del Paradiso e la Porta dell'Inferno (1993), due curiose opere pittoriche dell’artista colombiano che spesso soggiorna a Pietrasanta per curare la fusione delle proprie sculture in bronzo. D'interesse, infine, anche la Chiesa di San Francesco e l'Oratorio di San Giacinto.

Pietrasanta è situata sulla S.S.1 Aurelia che la collega in direzione sud a Viareggio e in direzione nord a Massa-Carrara. La Statale 439 Sarzanese-Valdera, che ha origine da Porta a Lucca e per i primi 1200 metri porta il nome di via Garibaldi, conduce al capoluogo di Provincia per poi proseguire fino a Follonica. Pietrasanta possiede anche una stazione ferroviaria ed è collegata da autocorse con Lucca, Massa-Carrara e con le frazioni e le località di montagna dei comuni limitrofi, come Seravezza e Stazzema.

         
 
-